Simonia  

Il commercio dei beni spirituali. Il nome prende origine dall'episodio di Simone detto il mago, negli Atti degli apostoli (8,9-24), che aveva cercato di comprare dagli apostoli la facoltà di infondere lo Spirito Santo. Il primo comandamento condanna chi vuole appropriarsi dei beni spirituali e comportarsi nei loro confronti come un possessore o un padrone. Sempre condannata dalla Chiesa, la pratica della simonia (soprattutto quella relativa alle indulgenze) si è avuta quando alla carica religiosa di vescovo erano associati anche poteri e privilegi di ordine civile.

© Anothertry