Dottori della Chiesa  

Dottore è il titolo con il quale la Chiesa cattolica sottolinea l'importanza di quei santi che hanno contribuito in modo rilevante ad approfondire la comprensione e la comunicazione del mistero di Dio e la ricchezza dell'esperienza cristiana. Mentre il titolo di Padre della Chiesa è riservato a personaggi dell'antichità cristiana, dottore è usato per santi di ogni epoca.
Il primo a fornire un elenco di dottori della Chiesa comunemente riconosciuti è s. Beda il Venerabile, nel sec. VIII, che indica s. Ambrogio, s. Agostino, s. Girolamo e s. Gregorio Magno. Successivamente vennero affiancati a questi quattro dottori della Chiesa d'Oriente, s. Basilio, s. Gregorio Nazianzeno, s. Giovanni Crisostomo e s. Atanasio. Il papa s. Pio V (sec. XVI) estese a tutta la Chiesa un formulario liturgico comune per la celebrazione della memoria dei santi dottori. Complessivamente il loro numero supera la trentina. Introducendo una novità rispetto alla tradizione, nel 1970 papa Paolo VI riconobbe il titolo di dottore a due donne, s. Caterina da Siena e s. Teresa d'Avila.